Crea sito

Marciapiedi Lorenteggio

Marciapiedi Lorenteggio

Qualche settimana fa ho analizzato i marciapedi di via Primaticcio in questo articolo oggi analizzerò con voi i marciapiedi di via Lorenteggio. In questi giorni appariranno molti articoli sui marciapiedi di della mia zona di Milano perchè qualche tempo fa ho letto su Repubblica Milano in questo articolo che diceva che il comune di Milano voleva fare un censimento delle barriere architettoniche in vista del Expo 2015, quindi mi sono dato da fare pure io nel mio piccolo.

partito da piazza Frattini e sono fino a piaza Bolivar poi da Bolivar fino al Corsico e ritorni in piazza Frattini. Ho tenuto sempre i palazzi alla mia destra e non no mai attraversato via Lorenteggio da un lato all'altro. Tuttavia fotofo gli attraversamenti da un lato all'altro di via Lorenteggio quando mi sono accorto che non sono a norma. 

Parto da Frattini e vado verso Bolivar in via Bruzzesi incontro l'assenza dello scivolo e come potete notare dalla foto sottostante il gradino è molto basso ma comunque faticoso per chi è in carrozzina manuale o ha problemi a deambulare. Non mi resta che tirare dritto e sperare che la carrozzina non si ribalti per il gradino della foto sottostante.

Supero con qualche apprensione il gradino e proseguo verso Bolivar. Poco più avanti trovo via Vignoli che ha il medesimo problema di via Bruzzesi. 

Anche qui supero l'assenza degli scivoli grazie al fatto che ogni giro a Milano per me è come una grande avventura. Mi piacerebbe vivere la mia città senza senza timore di ribaltarmi ogni angolo.

Arrivo quasi in piazza Bolivar senza incontrare difficoltà ma noto che se dovessi attraversare via Lorenteggio all'altezza del supermercato Il Gigante non potrei perchè non c'è lo scivolo da ambo i lati. La prima posto è dal lato de Il Gigate e la seconda è dall'altro lato.

Arrivo in piazza Bolivar, attraverso senza problemi e torno verso casa. Incrocio via Redaelli che ho già recensito in questo articolo e l'incrocio tra piazza Frattini e via D'Alviano in quest'altro articolo. Supero casa mia e vado verso la periferia di Milano sempre su via Lorenteggio.

Faccio molta strada e incrocio via delle Rose. Come potete notare in questa foto c'è la rampa, ma ci sono anche i buchi perchè l'asfalto è stato messo male o il tempo lo ha eroso.

Proseguo verso fuori Milano e in via Lorenteggio angolo via Mozzoni trovo una rampa con un bel gradino in fondo che mi fanno prendere un contraccolpo alla schiena non indifferente.

E cosa mi trovo dall'altra parte di via Mozzoni? Uno scivolo con un gradino ancora più alto e non mi fido a farlo.

Faccio il giro largo visto che in quel punto di Lorenteggio c'è un controviale.

Grazie al Cielo sono arrivato a Corsico attraverso la strada e torno finalmente a casa sicuro però che durante il tragitto inconterò altre barriere architettoniche.

In effetti in via Odazio non c'è lo scivolo per fortuna il gradino è baasso e io ce la faccio con la mia carrozzina elettrica. 

Sempre più avanti il largo dei Gelsomini non trovo gli scivoli e richio di ribaltalmi con la mia carrozzina ma grazie al Cielo non accade.

Vedo piazza Frattini li avanti ma mi accorgo di un singolare fatto. D'avanti alla macelleria Bontà Più in via Lorenteggio scorgo uno scivolo per attraversare via Lorebteggo da un lato all'altro con tanto di gradino e di fronte un marciapiede che non ha scivolo, una barriera architettonica nella barriera.

Finalmente sono arrivato a casa sano e salvo non per merito di scivoli o di qualunque altra cosa ma grazie al Cielo sono con voi a scrivere ancora.

Ecco qui la mappa di Milano che tratta del censimento dei marciapiedi di Milano.

A presto per nuovi marciapiedi e nuove avventure

A presto

Claudio

Comments are closed.