#IORESTOINCAMPO, il sogno di Renato Gaiotti

per tutti gli atleti in carrozzina che giocano a tennis

È partita venerdì 22 gennaio 2021 il progetto di Crowdfunding sulla piattaforma Eppela per la raccolta dei fondi necessari per costruire un nuovo campo da tennis coperto per gli atleti del centro tecnico di Bregnano.

È tutto pronto finalmente: dopo anni di insegnamento sul campo nel mondo del tennis in carrozzina, Renato Gaiotti, responsabile tecnico dal 2000 per la regione Lombardia della Federazione Italiana Sport Disabili (FISD), è felice di lanciare il progetto “#iorestoincampo”. Dopo mesi di lock-down e forzata chiusura dei campi da tennis anche a Bregnano, paese in cui è punto di riferimento di numerosi tennisti, Renato ha aperto ufficialmente venerdì 22 gennaio la raccolta delle risorse necessarie per arrivare alla cifra di 75mila euro per costruire un nuovo campo coperto da tennis con la posa del manto in resina Play-It, la realizzazione dell’impianto di illuminazione, la rete centrale e la postazione dell’arbitro.

“Il mio desiderio è quello di realizzare un Centro Tecnico per il Tennis in Carrozzina – ha affermato il maestro Renato Gaiotti – al fine di promuovere questo sport in Italia diffondendo i benefici di natura psico-fisica a tutti coloro che decidono di intraprendere per la prima volta questa attività sportiva sia a livello dilettantistico e sia professionale”.

Il sogno di Renato non si ferma qui: “Negli anni ho costruito relazioni umane con molti campioni di tennis in carrozzina ed ora il mio obiettivo è anche quello di invitare a Bregnano atleti e tecnici nazionali ed internazionali per organizzare workshop affinché si diffonda sempre più questa grande opportunità sportiva”.

La carrozzina viene solitamente vissuta come una raffigurazione della condizione di disabilità motoria e Gaiotti, attraverso questo progetto di sensibilizzazione, vuole contrastare questo pregiudizio: “Grazie a collaborazioni con istituti scolastici e con amministrazioni locali, in cui facciamo provare ai ragazzi questo sport, vogliamo raccontare i sani valori che caratterizzano il tennis in carrozzina come l’autostima, il senso di autoefficacia, il rispetto delle regole e dei ruoli. Inoltre – ha aggiunto –, attraverso una sana competizione è possibile canalizzare le proprie competenze e capacità per abbattere mentalmente la condizione di isolamento legato alla dimensione di disabilità”.

Sulla piattaforma Eppela (facilmente consultabile sul web) è già quindi possibile donare un contributo per dare forma ai sogni di Renato e ai suoi ragazzi: “Sappiamo perfettamente quanto è difficile questo periodo – ha concluso Renato – e per questo vi chiediamo un piccolo sforzo economico affinché anche voi possiate contribuire ad offrire a tutti una seconda possibilità per divertirsi sulla propria carrozzina praticando uno degli sport più belli del mondo”.

Ecco il link per la donazione:

https://www.eppela.com/it/projects/29006-iorestoincampo

Per approfondire questo tema, visita il sito https://iorestoincampo.wixsite.com/website e seguici sui social:

Facebook: Wheelchair Tennis Bregnano

Instagram: iorestoincampo

YoutTube: Renato Gaiotti

comunicato stampa

Dimensione Font