Crea sito

Sorpresa di fine anno

La sera di San Silvestro, ovvero il 31 dicembre del 2012, stavo per mettere un post di auguri a tutti per un buon fine e ottimo inizio anno, ma questo mio proposito si è spento appena letta la seguente notizia in un post di Carlo Giacobini di Handylex su Facebook. Riporto qui il link integrale del testo e sotto estrapolazioni dello stesso.

"Va segnalato un grave elemento di novità che riguarda i soli invalidi civili al 100% titolari di pensione di invalidità. Fino ad oggi il limite reddituale considerato quello relativo ai redditi strettamente personali. Dal 2013 verrà considerato anche quello del coniuge.

………
……..

La conseguenza immediata è che gli invalidi totali titolari, assieme al coniuge di un reddito lordo annuo superiore a 16.127,30 euro, perderanno il diritto alla pensione (275,87 euro al mese).

Da rilevare che, al contrario, per gli invalidi parziali, per i sordi e i ciechi, il limite reddituale considerato continua ad essere quello personale (elemento di disparità di trattamento)."

Da notare che questa decisione dell'INPS è scelta di tipo amministrativo, ovvero si sostituisce al Parlamento e genera disparità di trattameto a parità di prestazione. Infatti chi non è invalido al 100% il reddito è strettamente personale mentre chi è invalido al 100% il reddito personale su somma con quello del coniuge.

Ora mi chiedo quale sarà l'effettivo risparmio dell'INPS con questa scelta amministrativa per 4 spiccoli elargiti come elemosina potrebbero essere utili a una famiglia? Ricordo che la cifra incriminata è di € 275,87 che per l'INPS sono inerzie mentre per una famiglia potrebbe essere l'affitto di un mese o la spesa di un mese.

Questo sito ed io personalmente non lascermo passare inosservata questa decisione e spero che le associazioni dei disabili facciano ricorsi conntro questa decisione iniqua.

A presto

Claudio

 

Comments are closed.