Crea sito

Appello di ENIL Italia ai consiglieri di Regione Lombardia

Ricevo e pubblico un appello ai Consiglieri di Regione Lombardia di non votare il progetto di  legge elaborato dai tecnici dall’assessorato delle Politiche Sociali rivolto da ENIL ltalia

“Spettabile Consigliere,

la nostra associazione che raccoglie, a livello nazionale, l’adesione di numerosi comitati locali e regionali a favore della Vita Indipendente delle persone con disabilità, chiede che il Gruppo consiliare da Lei rappresentato faccia propria la proposta di legge quì allegata.

Si tratta del testo che avevamo portato a termine insieme al Comitato lombardo per la Vita Indipendente delle persone con disabilità, al nostro prezioso consulente Francesco Bova, nel gruppo di lavoro messo in atto nell’autunno 2013 e nei primi mesi del 2014 dai Consiglieri incaricati dalla 3ª Commissione regionale, i quali, evidentemente, hanno ritenuto di doverlo abbandonare a favore di quello elaborato dall’Assessorato alla Famiglia.

Rispetto a quest’ultimo testo abbiamo, per amore di dialogo, proposto modifiche che non sono state minimamente prese in considerazione.

Ci appelliamo quindi a Voi, e alla vostra libertà di coscienza, affinché vengano salvaguardati, attraverso i programmi autogestiti di vita indipendente, almeno quei diritti inviolabili che sono possibili solo quando è consentito al cittadino e alla cittadina con disabilità il massimo controllo sul proprio corpo, sul proprio ambiente, sul proprio tempo, e sulle proprie relazioni: quanto previsto dalla nostra proposta di legge, infatti, è volto a superare tutte quelle ambiguità ancora presenti nella proposta di legge espressa dall’Assessorato alla Famiglia che lascia troppo margine alla discrezionalità e all’interpretazione degli operatori locali a scapito delle libertà individuali e dei diritti di uguaglianza dei cittadini con disabilità.

Siamo a vostra disposizione per qualsiasi chiarimento.

Ringraziamo anticipatamente e porgiamo

Cordiali saluti

per la Segreteria Operativa

Ida Sala”

Cliccare qui per leggere il testo

Comments are closed.