FNA COME VIENE SPESO (Terza Parte): le RSD Residenze Sanitarie per Disabili

FNA COME VIENE SPESO (Terza Parte): le RSD Residenze Sanitarie per Disabili

Come notate della foto postata in alto i DUE letti sono nella stessa stanza con buona pace della privacy, dell’intimità e in taluni casi anche di un riposo tranquillo

Dopo aver trattato in questo articolo la realtà della Regione Lombardia e in quest’altro la realtà della Regione Umbria, in questo nuovo articolo tratterò le realtà delle RSD in Lombardia.

Anche queste come le precedenti sono strutture di ospitalità full-time per persone disabili non autosufficienti under 65 anni. Al compimento del 65esimo anno di età la persona disabile che risiede in un RSD viene trasferito in una RSA. Anche in questo caso come le RSA sono:

·         Gestite prevalentemente da cooperative, convenzionate e non, con la Regione Lombardia (o con il Comune di appartenenza) che erogano un contributo (quota alberghiera e quota sanitaria) attraverso l’ASL.

·         All’utente viene prelevata la pensione d’invalidità e l’indennità di accompagnamento come compartecipazione alla spesa.

·         Anche i familiari, appartenenti allo stesso nucleo, come per esempio i figli o fratelli del familiare, possono essere chiamati a compartecipare alla spesa

Retta RSD Quota sanitaria

Retta RSD quota alberghiera

Retta RSD massima

Retta RSD media

Totale RSD

Classe SIDI 1

€ 118,00

€ 41,32

€ 70

€ 70

€ 188,00

Classe SIDI 2

€   90,50

€ 41,32

€ 70

€ 70

€ 160,50

Classe SIDI 3

€   71,50

€ 41,32

€ 70

€ 70

€ 141,50

Classe SIDI 4

€   56,00

€ 41,32

€ 70

€ 70

€ 126,00

Classe SIDI 5

€   45,00

€ 41,32

€ 70

€ 70

€ 115,00

I dati di queste tabelle sono del 2010 della Classe SIDI, sicuramente oggi più alti, ecco la mia fonte per determinare i costi sanitari.

La scheda S.I.Di. (Scheda Individuale Disabile) è composta da una Scheda individuale dell’utente suddivisa in parte anagrafica, anamnesi, capacità motorie, cognitive dell’utente e da una Scheda struttura nella quale il gestore inserisce i dati economici, strutturali e gestionali del servizio.

Ipotizzo siano simili alle RSA tuttavia non avendo idea mi baso solo su questa RSD che pubblica i prezzi come potete leggerla qui

La lettura di questa tabella è simile alla precedente tranne che per i valori della scheda SIDI a pagina 5. Non avendo dati esatti sulla quota alberghiera, li ho presi dalle RSA e le modalità di calcolo sono le medesime.

Come si legge la tabella precedente?

La colonna “Retta RSD Quota Sanitaria” l’ho presa da questa fonte a pagina 4.

La colonna “Retta RSD minima (quota alberghiera)” è presa dalla quota più bassa di questo link.

La colonna “Retta RSD massima (quota alberghiera)” è presa dalla quota più alta di questo link.