13 febbraio 2014: La segreteria dell’assessore Maran risponde a Disabili allo Scoperto

13 febbraio 2014: La segreteria dell’assessore Maran risponde a Disabili allo Scoperto

A seguito di questa email inviata all’assessore Maran, ho rivenuto e pubblico la risposta, segurà una mia nuova mail

Ecco la risposta dell’assessore Maran

Gentile Signor Cardinale, 

rispondiamo alla Sua segnalazione inviata al Sindaco, relativa all’accessibilità ai disabili sulla rete di trasporto pubblico. 

Nel merito, desideriamo informarLa che l’Amministrazione, congiuntamente ad ATM, predispone progetti volti a migliorare l’accessibilità alla rete di trasporto, in accordo con le linee guida tracciate dall’Unione Europea che indicano l’investimento sul trasporto pubblico come uno dei punti chiave per lo sviluppo sostenibile. 
  
In questo importante compito, è decisivo il prezioso contributo delle Associazioni delle persone con disabilità, al fine di promuovere soluzioni progettuali mirate all’abbattimento delle barriere architettoniche, al miglioramento degli interscambi, all’adeguamento delle fermate, alla protezione della rete. 
  
L’adeguamento delle stazioni richiede investimenti considerevoli, non solo per l’acquisto degli impianti di sollevamento, ma per le opere civili necessarie alla loro installazione. Gli interventi possibili sono necessariamente graduati nel tempo, sia per garantire la disponibilità del servizio di trasporto, sia in relazione al reperimento delle risorse economiche. 
  
Un cenno a parte merita invece la superficie, dove la maggior parte dei veicoli circolanti in area urbana è a pianale ribassato e attrezzata per il trasporto dei passeggeri con difficoltà motorie. Gli autobus del parco urbano sono dotati di pianale ribassato (100%), così pure i tram e filobus di nuova generazione, attrezzati per il trasporto delle persone con disabilità motoria. 
  
Sugli autobus meno recenti, sono state sostituite le rampe a comando elettrico con rampe di tipo manuale, per ovviare ai malfunzionamenti che ne limitavano la disponibilità, e ad oggi sui bus di area urbana la maggior parte delle rampe è di tipo manuale, con affidabilità del 100%. 
  
L’adeguamento delle banchine di fermata in città è sicuramente un elemento importante, su cui sono stati fatti nel recente passato alcuni interventi su alcune tratte di linee tranviarie esistenti, mentre le nuove linee tranviarie sono state costruite tutte con il criterio della piena accessibilità. 

Desideriamo assicurarLe che siamo impegnati a fare di Milano una metropoli all’avanguardia nel sostegno ai portatori di handicap. Stiamo lavorando congiuntamente, al fine di rimuovere ogni barriera per creare una società inclusiva ed accessibile per tutti. 

Cordiali saluti. 

Assessorato Mobilità, Ambiente, Metropolitane, Acqua pubblica, Energia
Segreteria