Negozi: Barcellona – Milano 1-0

Negozi: Barcellona – Milano 1-0

Un aspetto importante che per noi disabili sono le barriere architettoniche per accedere ai negozi. In Italia c’è una concezione errata che la disabilità è sinonimo di “poverini”. Questa distorsione della realtà provoca barriere mentali che sfociano nelle barriere architettoniche. In Spagna e a Barcellona in particolare ho riscontrato un ottima attenzione su questo punto. Difatti circa il 70% dei negozi ha abbattuto il gradino per accedere in zona Rambla, tardo gotico, piazza di Spagna, piazza di Catalogna, lungo mare ecc. Si avete capito bene il 70% dei negozi non hanno il gradino per entrare. Anche il 50% dei condomini di questa zona hanno abbattuto i gradini all’ingresso ma un modo più intelligente dell’Italia. Anche in questo caso Barcellona ha preferito gli scivoli ai montascale. Gli scivoli sono stati ricavati tagliando una parte dei gradini e dell’atrio della portineria in modo da avere una pendenza non troppo elevata per salire i gradini. Questa scelta è decisamente vincente perchè consente di fruire liberamente di questi scivoli a tutti i cittadini compreso le mamme con i passeggini. La scelta di questo tipo di abbattimento delle barriere architettoniche di questo tipo ha un duplice vantaggio: è vero che all’inizio elevato all’inizio ma si fa una volta per tutte difatti il montascale si può rompere e deve essere sostituito almeno una volta ogni 7-8 anni di utilizzo.  

Per i negozi vicino al Parco Guell la percentuale dell’abbattimento del gradino d’ingresso è più bassa anche per la conformazione morfologica del terreno, è in collina ed è oggettivamente più difficile abbattere i gradini. La percentuale dei negozi che hanno abbattuto il gradino scende al 30% dei locali, non ho fatto caso quel giorno ai condomini di quella zona.

Pare che Milano voglia abbattere le barriere architettoniche poste all’ingresso con dei negozi con delle rampe remobili e un campanello per chiedere all’esercente di posizionare la pedana per entrare. A mio avviso è più concreta e funzionale la scelta di Barcellona abbattendo il gradino d’ingresso. E’ funzionale perchè è sicura per le persone normodotate ed è più inclusiva per le persone con disabilità. Difatti in questo caso non c’è bisogno di richiamare l’attenzione ma si entra tranquillamente come un cliente qualsiasi.